.
Annunci online

...e_se_c'è_chi_la_chiama_merda_io_la_chiamo_arte...
Eppure lo aspetto.
post pubblicato in Diario, il 17 novembre 2015
Potessi farti comprendere come mi sento ogni volta che mi dici "Ti voglio bene". Quello che mi provochi dentro è una tempesta di emozioni che stento a gestire. Gli occhi si inumidiscono, le mani tremano e il cuore, il cuore diventa piccolo piccolo, come fosse stretto in un abbraccio. Ma è un abbraccio di quelli che non si riescono a spiegare, di quelli dati con la paura di sbagliare. Ecco, è questa la nostra nemica, la paura. Paura di sbagliare la tua, paura di non essere all'altezza la mia. E così restiamo sospesi in un tempo che non sarà mai il nostro. In un posto dove non passa nessun treno su cui saltare. Diamo la colpa alla distanza quando oggi è così facile incontrarsi. Una serie di scuse che ci fanno andare avanti strisciando, invece di volare. E mi arrabbio con me stessa per non essere capace di arrabbiarmi con te, per non essermi saputa difendere da te o forse da me stessa, da questa mia debolezza, da questo essere così schifosamente sensibile, da questa ostinazione nel voler credere ai tramonti, alle stelle cadenti, alle poesie, alle citazioni dei films, dei libri, delle canzoni. E così quell'abbraccio di cui ho tanto bisogno, non so più che sapore avrebbe. Eppure lo aspetto.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. emozioni occhi cuore abbraccio

permalink | inviato da Concy31 il 17/11/2015 alle 16:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Tu, sempre.
post pubblicato in Diario, il 21 novembre 2014
Ci sono giorni in cui ti cerco anche se so di non poterti trovare, giorni in cui mi manchi più del solito. Mi mancano i tuoi abbracci anche se non li ho mai provati. Sono tutti dentro di me, nella mia mente. Li immagino caldi e tenerissimi, forti ma non soffocanti. M'immagino di specchiarmi nei tuoi occhi scuri e vedere riflesso il mio sorriso che grazie a te è sempre vivo. Mi dico che la lontananza è un ostacolo che si può superare, che un sentimento va oltre queste problematiche...,ma se fossi qui mi sentirei finalmente completa, in pace col mondo, mi sentirei ricca di tutto quello che serve a un cuore per colorarsi di rosso.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. occhi cuore abbracci

permalink | inviato da Concy31 il 21/11/2014 alle 18:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
...
post pubblicato in Diario, il 7 ottobre 2013
"Non ho tempo!" è la scusa peggiore che possiamo raccontare a qualcuno. Non esiste delusione passata, impegni, lavoro, paure, mal di testa o mal d'anima o di cuore e d'orgoglio. Non si ha mai la vita troppo impegnata per un pensiero che, se è reale, approfitta di ogni distrazione per arrivare a destinazione. Non esiste la preoccupazione di spendersi inutilmente. Si ha sempre tempo per ciò che ha importanza. Si ha tempo pure per l'impossibile. Chi non crede nell'impossibile, più semplicemente, non ama abbastanza.

Massimo Bisotti

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. paure anima cuore

permalink | inviato da Concy31 il 7/10/2013 alle 16:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
...
post pubblicato in Diario, il 5 ottobre 2013
Mi piacciono le persone che lasciano il segno.
Non cicatrici.
Sono quelle persone che entrano in punta di piedi nella tua vita e la attraversano in silenzio. Parlano i gesti non la voce alta, gridano le emozioni non la rabbia.
Mi piacciono le persone che lasciano il segno, lì in quel piccolo posto chiamato cuore… sono quelle che mai se ne andranno perchè quel posto se lo sono conquistato con le piccole attenzioni di ogni giorno.

Stephen Littleword

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. cicatrici vita silenzio emozioni cuore

permalink | inviato da Concy31 il 5/10/2013 alle 11:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
...
post pubblicato in Diario, il 5 ottobre 2013
"Sono stata saggia e sciocca. Sono stata amata, tradita e abbandonata. E, con mia grande disperazione, ho involontariamente ferito qualcuno, cui chiedo sinceramente scusa. Io ho perdonato chi mi ga offesa e prego di essere a mia volta perdonata per avere lasciato che mi facessero del male. Ho amato molto e dato senza riserve il mio cuore e la mia anima. Anche quando sono stata crudelmente ferita ho continuato la ricerca dell'amore e della libertà con fede, con speranza, con cieca convinzione. Il viaggio continua, più facile di quanto sia stato finora."

Cit. Danielle Steel

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. cuore anima amore

permalink | inviato da Concy31 il 5/10/2013 alle 10:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
...
post pubblicato in Diario, il 5 ottobre 2013
"Lentamente muore chi evita una passione, chi preferisce il nero su bianco e i puntini sulle “i” piuttosto che un insieme di emozioni, proprio quelle che fanno brillare gli occhi, quelle che fanno di uno sbadiglio un sorriso, quelle che fanno battere il cuore davanti all’errore e ai sentimenti."

Cit. M.M.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. passione emozioni occhi cuore

permalink | inviato da Concy31 il 5/10/2013 alle 10:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Oggi questo post lo dedico a te!
post pubblicato in Diario, il 12 marzo 2013
A te che in punta di piedi sei entrato nella mia vita senza disturbare, che provi a guardarmi dentro e non mi fai sentire il peso della diversità. Oggi è il tuo compleanno e quello che vorrei per te è non saperti mai più triste, per nessun motivo. Ti regalerei un cuore più leggero ma con tanto spazio, per essere sicura di trovare sempre un posticino in un angolo per me, per rifuggiarmici nei momenti in cui avrò più bisogno di te. Un cuore morbidoso che sappia attutire i colpi ma che sappia anche fare da cuscino a un altro cuore, anche se non sarà il mio.
Ti auguro qualcuno che sappia ascoltare i tuoi silenzi come faccio io, qualcuno che sappia riconoscere che sapore hanno le tue lacrime, se di gioia o di dolore, e che sappia comprenderle, condividerle e asciugarle, trasformarle in sorrisi. Ancora ti auguro qualcuno che riesca a vedere nei tuoi occhi l'infinito e che sappia riempirlo di cose buone e semplici. Qualcuno da portare al mare in quelle sere fredde dove basta un plaid per tutti e due. Ti auguro brindisi da consumare con amici e momenti magici da goderti con chi vuoi tu. Vorrei saperti ubriaco ma solo di felicità, vorrei regalarti tutti gli abbracci di questo mondo e farti capire quanto tu sia importante per me. Vorrei essere lì stasera, se solo fossi in grado di riempire quel vuoto, se solo fossi in grado di eliminare tutti questi se. Ti voglio un bene dell'anima, Antonio. Buon compleanno!

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. vita antonio compleanno cuore occhi anima

permalink | inviato da Concy31 il 12/3/2013 alle 13:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
Cuore mio.
post pubblicato in Diario, il 8 marzo 2013
Questa è la storia di un cuore che crede che amare è l'unico modo per vivere e non sopravvivere. Amare la vita in tutta la sua grandezza e varietà, accettando quella che ci è stata donata e imparando ad apprezzare le piccole gioie. E' la storia di un cuore che ha troppe cose dentro, emozioni, ricordi, esperienze belle e brutte, ma che ne vuole ancora e ancora. Un cuore che non si stanca mai, che persevera... perchè l'unica cosa di cui è veramente convinto è che a voler bene non ci si rimette mai. Sa che aprirsi e donarsi agli altri comporta sempre il rischio di venire rotto e che poi ci vorrà tempo per ritrovare tutti i pezzi e ricucirsi, perchè lui è così fragile... ma per provare quel brivido che ti tiene vivo si dev'essere disposti a rischiare, soffrire, rompersi. E' molto riservato, non si apre con tutti e non lo fa subito, e per questo a volte sembra freddo... sembra forte, indistruttibile... ma quando si lascia andare è capace di sciogliersi anche con un semplice "ciao". Trema al pensiero di perdere chi lo ha conquistato e batte, batte forte, tanto che a volte ha paura che gli altri lo sentano. Che ci sarebbe di male poi, non lo so ma è sempre stato così, è il suo modo di difendere tutto ciò che lo emoziona e che fa parte del suo essere, difenderlo dalla superficialità del mondo esterno, dai commenti, gli sguardi indiscreti e il pietismo. Da chi non può capire, ecco. E' un cuore che aspetta, che si domanda mille perchè, che in un giorno come questo dell'8 marzo, tutto quello che vorrebbe è un abbraccio che duri per sempre.
Descrizione di un risveglio
post pubblicato in Diario, il 25 febbraio 2013
Ore 05: 35. Guardo verso la tapparella. E’ ancora tutto buio. A volte mi succede di svegliarmi troppo presto, quando ancora tutto tace ed è possibile fare caso ad alcuni suoni e rumori che durante la giornata passano inosservati. Colpa dei pensieri, forse. Il mio respiro è la prima cosa che sento, poi quello dei miei genitori nell’altra stanza, le macchine e i camion che passano dalla tangenziale verso chissà quale meta, Kelly e Laica, i cani dei miei vicini che abbiano per ogni cosa, anche loro sono degli attenti ascoltatori del silenzio.
Mi capita spesso di prestare attenzione ai rumori. E’ una cosa che faccio soprattutto quando sono sola. Ad esempio, la sera, quando mi metto al computer, sento il suo rumore continuo e moderato, quello delle mie dita che schiacciano i tasti e i passi lenti del mio cane che gira per casa.
I primi raggi di sole cominciano a filtrare tra le piccole fessure della tapparella, disegnando nella parete una sottile striscia di luce, come per delinearne il perimetro. Il sole che abbraccia la mia stanza. La mia sveglia non suona mai, già… non suona perché non viene mai puntata. E’ mia mamma a svegliarmi quelle volte in cui non lo faccio spontaneamente. La sveglia è conservata da qualche parte, lontana da me, perché quel suo tic tac nel silenzio della notte mi dà fastidio. Ha un rumore così freddo. Molto meglio i battiti del cuore. Potrei anche buttarla. Ma è una di quegli oggetti inutili destinati ad invecchiare nel buio di qualche scatolone. Invece al cuore ci tengo, ma questa è un'altra storia. La prima cosa che faccio è cercare d’indovinare che ore sono, poi accendo il telefonino, inserisco il codice pin e aspetto che carichi la pagina. Controllo se ho indovinato; il più delle volte mi sbaglio di venti, trenta minuti al massimo. Poi, prima di posarlo, attendo qualche minuto perché aspetto l’arrivo dei messaggi. Quando non me ne arrivano ci rimango un po’ delusa. Mi piace sapere che qualcuno mi abbia voluto dare il buongiorno o che prima di andare a letto abbia rivolto un pensiero a me, concretizzandolo con il messaggino della buonanotte. A chi non farebbe piacere?
Perchè il mio primo pensiero va alle persone che amo, ovunque esse siano.
...
post pubblicato in Diario, il 15 febbraio 2013

...e quando mi dice che mi vuole bene, il cuore sussulta e non so se gioisca o si faccia male.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. bene cuore

permalink | inviato da Concy31 il 15/2/2013 alle 0:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
Sfoglia giugno       
calendario
rubriche
tag cloud
links
cerca