.
Annunci online

...e_se_c'è_chi_la_chiama_merda_io_la_chiamo_arte...
Cuore mio.
post pubblicato in Diario, il 8 marzo 2013
Questa è la storia di un cuore che crede che amare è l'unico modo per vivere e non sopravvivere. Amare la vita in tutta la sua grandezza e varietà, accettando quella che ci è stata donata e imparando ad apprezzare le piccole gioie. E' la storia di un cuore che ha troppe cose dentro, emozioni, ricordi, esperienze belle e brutte, ma che ne vuole ancora e ancora. Un cuore che non si stanca mai, che persevera... perchè l'unica cosa di cui è veramente convinto è che a voler bene non ci si rimette mai. Sa che aprirsi e donarsi agli altri comporta sempre il rischio di venire rotto e che poi ci vorrà tempo per ritrovare tutti i pezzi e ricucirsi, perchè lui è così fragile... ma per provare quel brivido che ti tiene vivo si dev'essere disposti a rischiare, soffrire, rompersi. E' molto riservato, non si apre con tutti e non lo fa subito, e per questo a volte sembra freddo... sembra forte, indistruttibile... ma quando si lascia andare è capace di sciogliersi anche con un semplice "ciao". Trema al pensiero di perdere chi lo ha conquistato e batte, batte forte, tanto che a volte ha paura che gli altri lo sentano. Che ci sarebbe di male poi, non lo so ma è sempre stato così, è il suo modo di difendere tutto ciò che lo emoziona e che fa parte del suo essere, difenderlo dalla superficialità del mondo esterno, dai commenti, gli sguardi indiscreti e il pietismo. Da chi non può capire, ecco. E' un cuore che aspetta, che si domanda mille perchè, che in un giorno come questo dell'8 marzo, tutto quello che vorrebbe è un abbraccio che duri per sempre.
Sfoglia febbraio        aprile
calendario
rubriche
tag cloud
links
cerca