.
Annunci online

...e_se_c'è_chi_la_chiama_merda_io_la_chiamo_arte...
Eppure lo aspetto.
post pubblicato in Diario, il 17 novembre 2015
Potessi farti comprendere come mi sento ogni volta che mi dici "Ti voglio bene". Quello che mi provochi dentro è una tempesta di emozioni che stento a gestire. Gli occhi si inumidiscono, le mani tremano e il cuore, il cuore diventa piccolo piccolo, come fosse stretto in un abbraccio. Ma è un abbraccio di quelli che non si riescono a spiegare, di quelli dati con la paura di sbagliare. Ecco, è questa la nostra nemica, la paura. Paura di sbagliare la tua, paura di non essere all'altezza la mia. E così restiamo sospesi in un tempo che non sarà mai il nostro. In un posto dove non passa nessun treno su cui saltare. Diamo la colpa alla distanza quando oggi è così facile incontrarsi. Una serie di scuse che ci fanno andare avanti strisciando, invece di volare. E mi arrabbio con me stessa per non essere capace di arrabbiarmi con te, per non essermi saputa difendere da te o forse da me stessa, da questa mia debolezza, da questo essere così schifosamente sensibile, da questa ostinazione nel voler credere ai tramonti, alle stelle cadenti, alle poesie, alle citazioni dei films, dei libri, delle canzoni. E così quell'abbraccio di cui ho tanto bisogno, non so più che sapore avrebbe. Eppure lo aspetto.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. emozioni occhi cuore abbraccio

permalink | inviato da Concy31 il 17/11/2015 alle 16:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Stand by
post pubblicato in Diario, il 7 novembre 2014
Ho le mani fredde, se qualcuno mi toccasse, temo rimarrebbe attaccato, riuscendo a guardarmi dentro. Attraversando vene e capillari, si farebbe strada verso posti segreti che forse neanch’io conosco. Forse ignoro ancora tanto di me. Ignoro eventuali reazioni davanti a ipotetici occhi. Ignoro emozioni verso chi ha scelto di non oltrepassare un confine, quello che unirebbe due anime fragili, deluse, un po' stanche ma che si vogliono bene. Vorrei conoscerne l’effetto. Sapere se quello che non ho è veramente quello che cerco, oppure è solo frutto di grosse illusioni. Volere quello che non si può e non volerlo quando lo si ha. Un errore molto comune, ma che poco consola. Di chi è la colpa quando si diventa così ciechi? Quando hai qualcosa d’importante e non ci fai caso, o quando la rendi stupida e piccola invece di tenerla stretta. Ti scivola via qualcosa che potrebbe essere quello che hai sempre cercato e non te ne accorgi. Potessero gli altri fare queste riflessioni. Potessi farne di meno io. Potessi io, semplicemente, tuffarmi in un mare di emozioni e nuotare verso la felicità. Mi scopro nuova ogni giorno, con qualcosa in più negli occhi e il cuore sempre più pieno. Aspetto che le parole diventino sguardi. E che gli sguardi diventino poesia. E che la poesia si trasformi in emozioni.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. emozioni occhi parole sguardi

permalink | inviato da Concy31 il 7/11/2014 alle 17:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
Le cose, col tempo, cambiano.
post pubblicato in Diario, il 28 ottobre 2014
Le cose, col tempo, cambiano. Oggi sono stata al mercato, quello fatto nella piazza davanti all’oratorio in cui ho passato parte della mia infanzia. Per quel posto nutro dei bei ricordi, il grest estivo, gli inni delle squadre, i giochi di gruppo… Erano i primi anni in cui sperimentavo lo stare insieme agli altri (a parte le ore scolastiche, ovviamente); l’appartenenza a un gruppo… significava non solo compagnia, ma anche condivisione, adattamento, responsabilità. Durante la stagione invernale, invece, lo frequentavo per via del doposcuola, che per me era sempre motivo dello stare insieme. Mi è sempre piaciuta la compagnia, anche se non sono mai stata una chiacchierona. Anche se preferisco ascoltare, sorridere, parlare con gli occhi. A volte, da piccola, venivo etichettata come la taciturna, l'antipatica, la superba. Ma le cose cambiano, ed io ho sviluppato un bellissimo sorriso, almeno così dicono. Adesso c'è chi addirittura mi chiama occhi belli. Sono contenta, però, di essere rimasta la stessa dentro. Le cose cambiano, ma non tutte. La piazza. Ricordo che era totalmente vuota, tranne quando facevano il mercato. Il giovedì era un appuntamento fisso per tutti i venditori ambulanti e anche per l’immondizia che producevano. Non c’era una panchina, un albero, una qualsiasi cosa che potesse rilevare un centimetro di ombra. Ma le cose cambiano. Adesso ci sono aiuole, alberi, panchine verdi lungo tutto il perimetro della piazza, c’è il mercato ancora oggi, tutti i giovedì mattina per mezza giornata, finito il mercato, c’è la spazzatura per lo più prodotta dai fruttivendoli. Foglie marce di lattuga, arance schiacciate, cassette di legno rotte, cartacce e steli secchi di carciofi. Le cose, col tempo, cambiano. I continenti si allontanano, i ghiacciai si sciolgono, le coste assumono forme diverse. E' un continuo mutamento di cose, situazioni, condizioni. A volte quasi impercettibile, altre volte repentino. Vi ricordate quando c'erano i gettoni e le cabine telefoniche per telefonare? Quando dalla voce capivamo se una persona piangeva o sorrideva? Adesso abbiamo telefonini tuch screen, i- phon, i- pad, tablet... ma quasi nulla da dire. C'è la fretta, la corsa contro il tempo, c'è la smania di apparire, ci sono i selfie, quelli di gruppo emozionanti che raccontano un momento condiviso e quelli idioti col sorriso a culo di gallina. Ci sono sempre più sigle, più smile, più virtualità e poca voglia di contatto. Poi ci sono io, che possiedo ancora un N70 e nessuna intenzione di cambiarlo. Io, con i miei occhi che hanno ancora tanto da dire. C'è il mio sorriso... deciso, consapevole e bello, tanto bello, perché i sorrisi come i miei, per mantenerli, ci vuole coraggio, tenacia e voglia di emozionarsi. Le cose cambiano, ma non tutte. Per fortuna.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. cose occhi sorrisi sorriso emozioni

permalink | inviato da Concy31 il 28/10/2014 alle 18:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
...
post pubblicato in Diario, il 5 ottobre 2013
Mi piacciono le persone che lasciano il segno.
Non cicatrici.
Sono quelle persone che entrano in punta di piedi nella tua vita e la attraversano in silenzio. Parlano i gesti non la voce alta, gridano le emozioni non la rabbia.
Mi piacciono le persone che lasciano il segno, lì in quel piccolo posto chiamato cuore… sono quelle che mai se ne andranno perchè quel posto se lo sono conquistato con le piccole attenzioni di ogni giorno.

Stephen Littleword

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. cicatrici vita silenzio emozioni cuore

permalink | inviato da Concy31 il 5/10/2013 alle 11:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
...
post pubblicato in Diario, il 5 ottobre 2013
"Lentamente muore chi evita una passione, chi preferisce il nero su bianco e i puntini sulle “i” piuttosto che un insieme di emozioni, proprio quelle che fanno brillare gli occhi, quelle che fanno di uno sbadiglio un sorriso, quelle che fanno battere il cuore davanti all’errore e ai sentimenti."

Cit. M.M.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. passione emozioni occhi cuore

permalink | inviato da Concy31 il 5/10/2013 alle 10:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
...
post pubblicato in Diario, il 30 aprile 2013
Sorrido di me che parlo con la notte come se potesse rispondermi
e lascio che le emozioni allaghino il mio petto espandendomi
e portandomi in un luogo senza tempo, nè spazio... solo vita.

(web)


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. notte emozioni vita

permalink | inviato da Concy31 il 30/4/2013 alle 17:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
Io e il teatro
post pubblicato in Diario, il 27 aprile 2013
E' passato già quasi un mese e non ho ancora scritto nulla sulla mia esperienza a teatro.  Forse perchè ho tutto dentro e sono certa che non potrò dimenticare facilmente quei giorni... tanta agitazione per un palco dove mai avrei pensato di salire ed esibirmi. Ma devo dire che da lassù c'è una bella prospettiva! Rifarei tutto, riavvolgerei volentieri il nastro per rivivere ogni momento di questi ultimi mesi e se questo non sarà possibile allora, mi auguro di continuare quest'avventura in compagnia del mio cast: splendide persone! Mi sento bene, più ricca di sorrisi, piena di emozioni.
Sto bene, però vorrei ancora un abbraccio.

Anche le farfalle amano il vento.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. emozioni teatro abbraccio farfalle palco

permalink | inviato da Concy31 il 27/4/2013 alle 20:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Cuore mio.
post pubblicato in Diario, il 8 marzo 2013
Questa è la storia di un cuore che crede che amare è l'unico modo per vivere e non sopravvivere. Amare la vita in tutta la sua grandezza e varietà, accettando quella che ci è stata donata e imparando ad apprezzare le piccole gioie. E' la storia di un cuore che ha troppe cose dentro, emozioni, ricordi, esperienze belle e brutte, ma che ne vuole ancora e ancora. Un cuore che non si stanca mai, che persevera... perchè l'unica cosa di cui è veramente convinto è che a voler bene non ci si rimette mai. Sa che aprirsi e donarsi agli altri comporta sempre il rischio di venire rotto e che poi ci vorrà tempo per ritrovare tutti i pezzi e ricucirsi, perchè lui è così fragile... ma per provare quel brivido che ti tiene vivo si dev'essere disposti a rischiare, soffrire, rompersi. E' molto riservato, non si apre con tutti e non lo fa subito, e per questo a volte sembra freddo... sembra forte, indistruttibile... ma quando si lascia andare è capace di sciogliersi anche con un semplice "ciao". Trema al pensiero di perdere chi lo ha conquistato e batte, batte forte, tanto che a volte ha paura che gli altri lo sentano. Che ci sarebbe di male poi, non lo so ma è sempre stato così, è il suo modo di difendere tutto ciò che lo emoziona e che fa parte del suo essere, difenderlo dalla superficialità del mondo esterno, dai commenti, gli sguardi indiscreti e il pietismo. Da chi non può capire, ecco. E' un cuore che aspetta, che si domanda mille perchè, che in un giorno come questo dell'8 marzo, tutto quello che vorrebbe è un abbraccio che duri per sempre.
Tutto e niente
post pubblicato in Diario, il 21 gennaio 2013
Ieri, dopo diversi mesi, sono andata al mare. La mia casetta resiste ancora alle intemperie e alla furia del mare. Dopo una nottata di mal di testa e freddo, direi che mi ci voleva proprio. Con noi è pure venuta la signora F. che tenerezza sentirla parlare. Non si dà pace per la morte della figlia. Credo sia una valida ragione per abbandonarsi alla pazzia. Un vuoto che lacera.
Guardarla mi ha fatto capire tante cose. Dobbiamo vivere il nostro momento, cogliere l'attimo e non rimandare.
Ho respirato a fondo, al cospetto del mare e come è sempre mio solito fare, mi sono commossa.Troppe emozioni tutte insieme, troppi perchè. Uno sguardo al cielo e il mio pensiero va alla mia sorellina.
Troppe parole rimangono dentro. Vorrei avere più coraggio per dire, fare e godermi ciò che mi fa stare bene. Non sono convinta di esserne capace.
Probabilmente è un discorso che non ha nè testa nè coda. Le parole più importanti le scrivo, ma poi  le cancello.
E non finirà mai.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. mare casetta emozioni cielo sorellina coraggio parole

permalink | inviato da Concy31 il 21/1/2013 alle 18:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
vivendo...
post pubblicato in Diario, il 21 luglio 2012
Attraverso un periodo ricco di nuove esperienze e belle emozioni. Prima o poi troverò il tempo per appuntarmele in questo blog e rituffarmici dentro. Per adesso continuo a viverle!

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. esperienze emozioni

permalink | inviato da Concy31 il 21/7/2012 alle 16:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Sfoglia giugno       
calendario
rubriche
tag cloud
links
cerca